Categorie
Psicologia

Come saper persuadere con un “ma” e con un “quindi”

Come molti altri hack mentali, questo è progettato per far fronte a coloro che cercano di bloccare la tua intenzione persuasiva.

Saper persuadere un cliente non è certamente una cosa semplice, ma senza questo importantissimo passo molte persone rimarrebbero senza lavoro.

Perché?

Semplicemente perché alla gente non piace spendere i soldi, specialmente quando qualcuno spinge per farglielo fare. E dato che le aziende vivono della vendita dei propri prodotti, non saper creare rapporti di compra-vendita è in sé un fallimento.

Ma c’è ancora qualcosa di più profondo…

Alle persone non piace chi crea un problema. Preferiscono di gran lunga qualcuno che risolva quelli che esistono già.

Ecco perché bisogna stare molto attenti a come si parla. A volte un semplice “ma” può solo significare “ecco toh, ora c’è un problema e le cose non andranno come previsto“.

Un classico, eh? 😉

Come quando vuoi acquistare una nuova macchinama non abbiamo il colore che ti piace“.

Odio profondo.

Ma poi…

… quindi possiamo ordinarne una che arriverà tra un mese oppure possiamo darti questo altro colore con un forte sconto“.

Meraviglioso direi 😀

Due paroline semplicissime: ma e quindi.

Vediamo quindi come saper persuadere con un ma e con un quindi!


Saper persuadere con un “ma” e un “quindi”

Ecco una tattica di persuasione che puoi utilizzare fin da subito.

Con questa semplice tattica linguistica, sarai in grado di riaprire la tua argomentazione persuasiva mentre il tuo interlocutore sta cercando di concludere la conversazione.

Come molti altri hack mentali, questo è progettato per far fronte a coloro che cercano di bloccare la tua intenzione persuasiva. Fastidioso, giusto?

Ecco come fare affinché la tua proposta venga ascoltata.


Persuadere. La tecnica del “ma”

Uno dei modi più comuni per chiudere la bocca a qualcuno è quello di usare la parola “ma“.

Alcuni esempi:

  • “La tua proposta è buona, ma semplicemente non abbiamo le risorse”
  • “Voglio comprare una Porsche da te, ma non ce l’hai rosa”

La parola “ma” sembra in grado di negare qualsiasi affermazione fatta in precedenza.

L’ovvio passo successivo per il cliente, dopo queste affermazioni è quello di andarsene. In questo modo la tua proposta viene ignorata, e non concludi la vendita.

Puoi però utilizzare la seguente tattica per riaprire il dialogo:

Invertire la sequenza di ciò che viene prima e dopo il “ma”.


Persuadere. La tecnica del “quindi”

L’unico modo per riaprire un dialogo in seguito all

Nei nostri esempi:

  • “Non abbiamo le risorse, ma concordi con il fatto che la proposta sia buona, quindi possiamo considerare dei modi alternativi per farlo accadere?”
  • “Non ce l’abbiamo rosa, ma vuoi comprare una Porsche da noi, quindi se scegli il modello che desideri, parlerò con i carrozzieri per farla riverniciare…”

Facendo così, improvvisamente abbiamo riaperto l’argomentazione persuasiva e abbiamo una seconda (addirittura una terza o una quarta) possibilità per riuscire a persuadere.

Questo approccio ti permette di focalizzare l’attenzione su ciò che è importante (introducendo il ‘ma’) e quindi puoi continuare a negoziare fino a quando non ottieni una vittoria.

Provalo tu stesso: semplice, efficace, persuasivo.


Conclusioni

Alle persone non piace chi crea problemi. Preferiscono invece chi dà loro soluzioni, belle o brutte che siano.

Se il “ma” è una parolina che intruduce qualcosa di negativo, un “quindi” è l’escamotage perfetto per passare da una situzione sfavorevole ad una positiva.

Questo è un semplice hack che è molto più utile di quanto possa sembrare: domandalo alle povere commesse di negozio che si trovano a dover giustificare l’assenza di una taglia.

Ti è piaciuto questo semplice trucchetto? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti 😉

Di Davide

Patito di trattori e chitarre scrivo sul mio blog da quando mi sono laureato in Economia presso l'Università degli Studi di Verona. Tratto strategie di marketing, accrescimento personale e professionale per raggiungere gli obiettivi.