Categorie
Digital

Migliori plugin WordPress. Per la perfezione ne bastano 6

Stai cercando i migliori plugin Wordpress per gestire il tuo sito? Te ne bastano 6, sono completi, non appesantiscono il sito e li trovi qui!

Se cerchi “migliori plugin WordPress” su Google potresti fare una lista di centinaia di nomi diversi con finalità infinite.

Tutti ottimi plugin, per carità, ma devi tenere a mente una questione che forse non tutti considerano: i plugin incidono sulla velocità del tuo sito, quindi più plugin caricherai e maggiore sarà il tempo di caricamento necessario per visualizzare le tue pagine.

Fatti quindi due domande:

  • Quanto tengo alla velocità del mio sito?
  • Quante funzioni necessito veramente per il mio blog?

Ricorda sempre che queste due domande incidono su due fattori: l’indicizzazione e l’esperienza utente.

Se da un lato l’indicizzazione ti permette di essere tra i primi risultati di ricerca, l’esperienza utente garantisce maggiore fruibilità a chi legge i tuoi articoli.

Quindi un blog più snello garantisce maggiori prestazioni.

Vediamo quindi insieme quali sono i migliori plugin WordPress da installare sul tuo blog (senza appesantirlo).


A cosa servono i plugin WordPress

Per quanto possa essere scontato a te, esperto di WordPress, oppure impressionante se sei un neofita di questa piattaforma è meglio iniziare cercando di capire a cosa servono i plugin.

I plugin sono delle interfacce che permettono di compiere determinate azioni sul tuo sito – o blog – senza dover operare direttamente sul codice.

Questa definizione vale per la generalità dei plugin.

I plugin sono delle interfacce che permettono di compiere determinate azioni sul tuo sito – o blog – senza dover operare direttamente sul codice

WordPress, si sa, è un CMS che rende accessibile lo sviluppo di un sito Web anche per chi non conosce linguaggi di programmazione.

HAI UN NEGOZIO? | L’importanza del sito web per un’attività locale

I migliori plugin di WordPress sono in grado di portarti risultati straordinari, dalla grafica delle tue pagine alla gestione della SEO.

Ma dove sta il problema?

Il problema è che non possiamo affidarci solamente ai plugin se vogliamo un sito tanto bello quanto veloce ed efficace. Questo perché i plugin hanno un peso che non si determina in chili ma piuttosto in byte da caricare.

In parole povere: più plugin installi sul tuo sito, più byte dovrai caricare nel momento in cui visualizzi una pagina, più lento è il sito e minore sarà il numero di utenti che faranno visita.

Hai tre soluzioni in merito:

  • Scegliere plugin più leggeri;
  • Cercare plugin che consentono di svolgere più funzioni (c.d. all-in-one);
  • Identificare le operazioni essenziali che necessitano di plugin.

In questo articolo ipotizzeremo che tu non abbia la minima idea di come operare con i codici tramite WordPress.

L’obiettivo, quindi, è quello di identificare le componenti critiche del sito di cui non puoi fare a meno e capire se attraverso i plugin puoi gestirle al meglio.


Migliori plugin WordPress. Le funzioni più importanti

Per capire quali sono i migliori plugin che WordPress offre ai suoi utenti bisogna quindi farsi la fatidica domanda:

Quali sono i motivi per cui necessitò di un plugin?

Da qui possiamo estrapolare migliaia di risposte diverse, ognuna dipendente dal tipo di attività che un webmaster porta avanti.

Un grafico potrebbe aver bisogno di un site builder per gestire lo stile delle sue pagine statiche.

Se vendi prodotti online potresti aver bisogno di costruire un e-commerce.

Un neofita di WordPress avrebbe bisogno di installare i codici di Google Analytics sulle sue pagine ed i suoi articoli.

E via dicendo.

Ci sono però delle criticità comuni a – quasi – tutti coloro che gestiscono blog e siti internet:

  • L’analisi della SEO;
  • La grafica delle pagine;
  • La gestione della velocità del sito;
  • L’inserimento dei codici di tracciamento.

Una singola pagina di un blog può avere infatti molte necessità: il copy di un articolo, la gestione dei commenti e delle recensioni, la velocità di caricamento, ecc.

Ricorda sempre però: se dovessi scegliere un plugin per qualsiasi necessità arriveresti ad un punto in cui il tempo di caricamento delle tue pagine è talmente alto che l’utente esce ancor prima di aver visualizzato il titolo.

Detto ciò, quanti plugin mi servono per gestire il mio blog?

Non esiste una risposta chiara. A mio parere ne bastano 6.

Ed ora ti dico quali.


I migliori 6 plugin WordPress per il tuo blog

Ora ti svelerò quelli che per me sono plugin sufficienti a gestire in modo perfetto il tuo blog.

Premetto una cosa: se non ti rispecchi nelle scelte probabilmente avrai altre esigenze, ma nulla toglie al fatto che stiamo parlando di plugin validi ed universali.

Detto ciò, ecco quelli che sono per me i migliori plugin WordPress per gestire un blog.


#1 Yoast SEO

Il primo plugin che ti voglio presentare non è un “semplice plugin” ma una e vera propria guida.

Yoast SEO ti guida nella stesura del testo delle pagine e degli articoli del tuo blog, permettendoti di ottimizzarla al meglio e renderla migliore agli occhi dei motori di ricerca.

SEO, infatti, è l’abbreviazione di Search Engine Optimization (Ottimizzazione dei Motori di Ricerca). I motori di ricerca, per capirci, sono ad esempio Google e Bing.

Ma perché è importante la SEO?

Perché se vuoi fare successo nella rete devi essere il primo risultato che un utente ottiene quando cerca qualcosa.

migliori articoli wordpress yoast seo
Fonte: Yoast

Primo. Non “uno dei primi“.

Il secondo è il primo dei perdenti.

Enzo Ferrari

L’ottimizzazione del tuo sito Web passa per alcuni dettagli:

  • I meta-tag nei risultati di ricerca;
  • Le parole chiave (cd. Keyword)
  • Le immagini ottimizzare
  • La diffusione su Social

Yoast SEO è uno dei migliori plugin WordPress perché ti permette in tempo reale di analizzare il contenuto di ogni singola pagina e articolo, permettendoti così di ottimizzarlo prima di pubblicarlo.

Pagina del Plugin -> Yoast SEO


#2 Elementor

Ti è mai capitato di visitare un sito talmente fatto bene da dire “ah ma questi avranno pagato milioni di euro per realizzarlo”?

Ho una bella notizia per te.

Puoi realizzare pagine web graficamente accattivanti anche con un plugin gratuito.

Il suo nome è Elementor.

Elementor è sicuramente sul podio dei migliori plugin per WordPress: ti permette di editare le tue pagine in drag&drop, personalizzandole per i diversi dispositivi e senza mai toccare il codice sorgente.

migliori articoli wordpress elementor
Fonte: elementor

Le motivazioni per cui un webmaster dovrebbe utilizzare Elementor sono svariate:

  • Per creare interi siti Web accattivanti;
  • Se sei un venditore, per generare landing pages di vendita;
  • Se stai sviluppando un sito e vuoi mettere un countdown per il lancio, puoi farlo.

E moltissime altre soluzioni.

Elementor è disponibile in versione gratuita e comprende un sacco di funzioni utilizzabili oltre che una vastissima capacità di personalizzazione grafica delle pagine.

Inoltre è disponibile una versione a pagamento per i più esigenti.

Elementor, quindi, è secondo me il miglior plugin per WordPress in grado di offrire ottimi risultati dal punto di vista grafico. Inoltre, essendo a costo zero, è il più concorrenziale anche dal punto di vista economico.

Pagina del plugin -> Elementor


#3 AMP

AMP (Accelerated Mobile Pages) è un progetto a marchio Google che punta alla sempre maggiore velocità di caricamento delle pagine web su dispositivi mobile.

In parole povere, le pagine AMP sono delle versioni “semplificate” di una pagina HTML standard con codice alleggerito apposta per migliorarne la velocità.

migliori articoli wordpress amp
Fonte: Gfycat

Pubblicare versioni AMP di un articolo ti permette di ottenere un grosso vantaggio agli occhi dei motori di ricerca che considerano il tuo contenuto più rapido da caricare, ovvero più utile e veloce per il lettore.

Ma come si fa a creare un articolo in AMP?

Ho aggiunto alla lista dei miei personali migliori plugin per WordPress anche AMP, il plugin nativo in grado di convertire un tuo articolo in questo formato.

LEGGI ANCHE | Configurare AdSense su WordPress, Gutenberg e AMP

A meno che tu non voglia modificare qualcosa a livello nerd, quello che devi fare è solamente generare un articolo standard ed il plugin creerà in automatico una versione AMP che verrà pubblicata insieme alla versione normale.

Puoi distinguere la versione AMP da quella standard solo per il fatto che alla fine dell’URL c’è la dicitura /?amp=. Tieni a mente inoltre che se modifichi l’articolo normale andrai anche a modificare anche AMP, quindi te non devi fare assolutamente niente per questa versione!

[TIP] Alcune funzioni, come ad esempio i banner AdSense, potrebbero non essere visualizzati sul formato AMP. Se vuoi monetizzare il tuo sito anche con AMP ti consiglio di leggere questo articolo.

Pagina del plugin -> AMP


#4 Google SiteKit

Questo è il mio preferito.

Ho passato mesi a caricare codici di tracciamento Analytics sull’header del sito, Tag Manager sui Widget e ad integrare Search Console nei modi più assurdi possibile.

Chi mai poteva venirmi ad aiutare con questi strumenti Google?

Google stesso.

Il plugin SiteKit è stato creato per migliorare la gestione degli strumenti Google direttamente dalla dashboard di WordPress. Con alcuni semplici click possiamo integrare:

  • Search Console
  • AdSense
  • Analytics
  • PageSpeed Insights
  • Optimize
  • Tag Manager

Tutto questo in un’unica interfaccia.

migliori articoli wordpress sitekit
Fonte: SiteKit

SiteKit dispensa comodità da ogni riga del suo codice.

Se ad esempio prima usavi Tag Manager per gestire una serie di stringhe in modo personalizzato, ora puoi fare la stessa cosa solo che la stringa è Tag Manager stesso!

APPROFONDISCI | Tag Manager. Ecco perché è la tua salvezza

Una funzione molto interessante, ad esempio, è la possibilità di selezionare un contenitore Tag Manager per la versione standard e uno per la versione AMP del tuo sito, permettendoti di gestire i tag per ciascuna di esse.

E molte altre ancora.

In questo modo non sarà più necessario caricare codici in posti strani del sito, rischiando oltretutto di fare danni strutturali sul sito. Ecco perché tra i migliori plugin per WordPress metto anche SiteKit!

Se utilizzi gli strumenti di Google, questo plugin fa per te!

Pagina del plugin -> SiteKit


#5 Disqus

Uno degli elementi più importanti per chi pubblica articoli è la gestione dei commenti degli utenti.

Ho parlato spesso in passato dell’importanza delle recensioni, ma nel caso dei blog il commento è ciò che un utente prende come riferimento per valutare la bontà di quello che c’è scritto.

Disqus è uno dei migliori plugin WordPress per la gestione dei commenti.

Si tratta di un vero e proprio Social Network di commenti in cui l’estensione sul tuo sito non è altro che la finestra dei commenti come puoi vedere dall’immagine qua sotto:

disqus
Fonte: Disqus

Un utente iscritto a Disqus può commentare liberamente su qualsiasi articolo in cui è installato il codice dell’applicazione, utilizzando solamente un account e non dovendo in questo modo registrarsi su ogni singolo sito.

Alla faccia della privacy, no?

D’altro canto l’autore degli articoli può gestire direttamente dal sito Disqus i commenti, andando a fare da moderatore e gestendo gli utenti in modo semplice e diretto.

Ma a chi serve quindi questo plugin?

Principalmente ai content creators in modo da gestire più facilmente la propria community.

Non sarà quindi pieno di funzioni tecniche, ma per gestire i propri contatti Disqus è sicuramente uno dei migliori plugin per WordPress.

Pagina del plugin -> Disqus


#6 Jetpack

L’ultimo plugin che ti voglio presentare è forse il primo che ti consiglio di installare nel momento in cui crei il tuo blog o sito WordPress.

Jetpack è un plugin che collega le funzioni del tuo CMS alla piattaforma ufficiale WordPress, ottenendo una serie di funzioni interessanti dedicate proprio a chi usa questo strumento:

  • Analisi dei commenti spam e rimozione;
  • Aggiornamento automatico dei plugin installati;
  • Protezione da attacchi malware;
  • Backup dei contenuti (a pagamento).

E molto altro ancora.

Fonte: WordPress

Jetpack è uno di quei plugin che dimentichi di avere. Lo installi perché sai che ti serve, fa il suo sporco lavoro e ti permette di ottimizzare il tuo sito.

Ci sono comunque molte sfaccettature riguardo questo plugin, ma il fatto che lo renda perfettamente integrabile con la piattaforma ufficiale lo rende molto più maneggevole.

Ecco perché Jetpack è uno dei migliori plugin per WordPress.

Pagina del plugin -> Jetpack


[BONUS] Altri plugin interessanti

Ti ho elencato finora quelli che penso siano i migliori plugin WordPress per avviare un blog. Ora però, sulla base che ognuno ha le sue necessità, ti elencherò una serie di altri plugin molto interessanti:

  • WP Super Cache. La cache è un elemento molto importante per il tuo sito web e la sua velocità, quindi con questo plugin sarai in grado di gestirla al meglio senza dover diventare matti;
  • WooCommerce. Se hai bisogno di creare uno store online questo plugin è il massimo, integrabile con diversi add-on e – tra le altre cose – configurabile con l’affiliate marketing;

APPROFONDISCI | Come guadagnare con l’Affiliate Marketing

  • AD Blocker Notify Lite. Gli ad-blocker impediscono la visualizzazione dei banner del tuo sito web? Con questo plugin impedirai la visualizzazione dell’intero articolo, a meno che l’utente non disattivi l’ad-blocker;
  • WP Optimize. Con questo plugin avrai un assistente personale che gestisce l’ottimizzazione del tuo sito, dalla compressione delle immagini alla programmazione della memoria cache;
  • Akismet Anti-Spam. Lo spam è un male molto diffuso in rete, ma con questo plugin lo argini prima ancora che arrivi sulle tue pagine;
  • Contact Form 7. Questo plugin ti permette di creare moduli di contatto personalizzati, gestire le mail al destinatario ed i contatti acquisiti.

E tu hai altri nomi interessanti? Fammelo sapere nei commenti 😉

Di Davide

Patito di trattori e chitarre scrivo sul mio blog da quando mi sono laureato in Economia presso l'Università degli Studi di Verona. Tratto strategie di marketing, accrescimento personale e professionale per raggiungere gli obiettivi.