Categorie
Digital

Come usare Google Maps in modo efficiente per il marketing

In questo articolo non voglio farti vedere le funzioni di Google Maps – che penso tu già conosca – quanto piuttosto l’importanza di gestirle nel miglior modo possibile.

Fare marketing su Google Maps è diventato a tutti gli effetti uno degli strumenti più importanti per la comunicazione aziendale.

Forse non sarà una piattaforma come Facebook o Instagram, ma fatto sta che moltissimi utenti si basano proprio su questo strumento per apprendere informazioni rispetto ad un’attività o negozio.

In particolare, i dati più ricercati ed apprezzati tra tutti sono le recensioni e gli orari di apertura.

Ma non sono tutto.

Troppo spesso mi è capitato di cercare un’attività su Google Maps e di non trovarla, o ancora peggio di trovarla e visitarla agli orari di apertura indicati, scoprendo poi che sono sbagliati.

Fastidioso, non credi?

In questo articolo non voglio farti vedere le funzioni di Google Maps – che penso tu già conosca – quanto piuttosto l’importanza di gestirle nel miglior modo possibile.

Ecco quindi come funziona il marketing su Google Maps e perché è una piattaforma fondamentale per moltissime realtà imprenditoriali.


Marketing su Google Maps. Come gestirlo

Per gestire il nostro profilo su Google Maps, ma per correttezza intendiamo tutta la nostra scheda Google, dovremo utilizzare uno strumento di cui abbiamo già trattato in passato: Google MyBusiness.

Se puoi esserti utile, ho scritto un’intera guida riguardo questo strumento. La puoi trovare qui.

Ma che differenza c’è tra gestire MyBusiness e Maps?

Usando parole più semplici possibile, mentre MyBusiness è un gestionale cumulativo di tutti gli strumenti di Google, Maps non è altro che uno di essi. Quindi con MyBusiness gestisci Maps, ma non il contrario.

Chiaro? 😉

Mentre MyBusiness è un gestionale cumulativo di tutti gli strumenti di Google, Maps non è altro che uno di essi. Quindi con MyBusiness gestisci Maps, ma non il contrario.

Prova a rispondere a questa domanda:

Se ho – o avessi – un’azienda, perché dovrei creare una scheda Google su Maps?

Probabilmente se facessimo un brain storming verrebbero fuori moltissime risposte, tra le quali:

  • Avere tante stelle nelle recensioni
  • Fornire indicazioni stradali ai clienti
  • Indicare gli orari di apertura
  • Far vedere le foto della mia azienda

Sono tutte risposte corrette.

Allora io mi faccio delle domande:

  • Perché molte aziende non mettono, o peggio mettono sbagliati, gli orari di apertura?
  • Come è possibile che un’azienda non abbia la posizione corretta sulla mappa?
  • Perché ci sono 50 recensioni su 60 con una sola stella e nemmeno una risposta da parte del proprietario?

Sono tutti segnali di superficialità e trascuratezza nei confronti dello strumento che potrebbe mettere fine al “ma l’e-commerce farà morire le piccole attività locali“.

Non sai gestire, o non vuoi farlo, la tua scheda Google?

Allora o pecchi d’incoscienza o sei tendente all’auto-lesionismo, perdonami la franchezza!

Se sei uno di questi – o pensi di esserlo – allora questa guida può fare per te!


Marketing su Google Maps. Su cosa focalizzarsi

Domanda esistenziale:

Tra tutti i dettagli elencati nel paragrafo precedente, su quale dovrei focalizzarmi?

Per dare una risposta alla domanda facciamo la cosa più semplice si possa fare: analizziamo una scheda di Google Maps.

marketing google maps scheda

Cercando “Centro Commerciale Le Piramidi” mi risulta questa scheda dove posso trovare, in ordine sequenziale:

  1. Il nome dell’azienda
  2. Le recensioni medie ed il numero totale dei voti
  3. Alcuni link utili (tra cui le Indicazioni stradali)
  4. Una descrizione dell’attività
  5. L’indirizzo completo
  6. Gli orari di apertura
  7. Il sito web
  8. Il numero di telefono

Quale tra questi elementi sacrificheresti per dare priorità ad uno più importante? E da quale partiresti a spada tratta?

Se pensi davvero che si possa classificare ogni singolo elemento della scheda – a parte il nome, forse – stai partendo con il piede sbagliato.

Ogni elemento di questa scheda, infatti, è fondamentale.

Se proprio hai voglia però di dare un’importanza alla tua scheda, preferirei categorizzare i dati in due filoni:

  • Dati statici (Nome, Indirizzo, ecc)
  • Dati variabili (Orari di apertura, Recensioni, ecc)

Mentre i primi sono da inserire scrupolosamente per poi “dimenticarsene“, i secondi sono da controllare periodicamente per tener aggiornato l’intero profilo.

Ma vediamo in dettaglio cosa fare.


Le recensioni

Cosa sono le recensioni?

Sono quello che le persone pensano della tua attività e quello che chi non ti conosce vuole sapere di te.

In termini più pratici, sono il tuo appeal e il grado di interesse che puoi esprimere nei confronti dei tuoi clienti e dei tuoi lead.

Qual è la particolarità delle recensioni?

Non puoi gestirle direttamente perché vengono scritte da utenti esterni.

Mettendo assieme tutti i pezzi, le recensioni sono per te un biglietto da visita che dipendono da altre persone. Un po’ come sedersi di fronte ad un’assemblea e lasciare che i partecipanti discutano di te senza che tu possa conferire parola.

Cosa fare, quindi, per gestire le recensioni?

Ci sono alcune linee guida che ti posso consigliare:

  • In caso di recensioni positive, ringrazia l’utente per far vedere a tutti che leggi ed apprezzi le critiche positive;
  • In caso di recensioni positive, indipendentemente dal motivo, scusati con l’utente e chiedi come puoi risolvere. Se l’utente è restio a venirti incontro, cerca di chiudere la discussione perché il tuo passo lo hai fatto.

Ti consiglio inoltre di incentivare il rilascio di recensioni nei modi che più ritieni opportuni: newsletter, BOT, Thank You Page, a voce, ecc.

Il formato del link per le recensioni è il seguente: https://g.page/NOME_ATTIVITA’/review?rc

Puoi trovare un’intera guida sulla gestione delle recensioni qui.


Gli orari di apertura

Nota estremamente dolente e fastidiosa rispetto a chi non sa gestire la propria scheda Google sono gli orari di apertura dell’attività.

Nella vita di tutti i giorni e soprattutto nei casi particolari, come durante il lockdown per COVID-19 del 2020, sapere quando un’attività è o meno aperta è fondamentale.

In genere il mio iter è questo:

  • Cerco un’attività che m’interessa su Google Maps
  • Analizzo gli orari di apertura
  • Mi reco sul posto quando l’attività è aperta

Prova ad immaginare i miei sentimenti nel caso arrivassi e trovassi le serrande abbassate.

Gli orari di apertura vanno aggiornati. Sempre. Punto.

Tramite Google MyBusiness puoi fare delle cose molto interessanti ed utili:

  • Impostare gli orari di apertura standard
  • Creare delle eccezioni (es. festività)
  • Impostare orari per servizi specifici (Take Away, Ritiro, ecc.)

Non esistono scuse da questo punto di vista, mi dispiace.

Se hai tempo per ca***ggiare e perdere tempo in strategie durante l’orario lavorativo, ti consiglio fortemente di dedicare due minuti ai tuoi orari se non vuoi perdere altri clienti rispetto a quelli che hai già perso.

Scusa lo sfogo, ma a quanto pare l’unico modo di mettere in testa certe cose agli imprenditori di oggi sembra questo…


Immagini e VR Tour

Alle persone non piace solamente vedere recensioni alte per valutare un’attività. Vogliono anche analizzare l’estetica, la presentazione e la facciata.

Alla fine pensaci: viviamo in un mondo di maschere, non c’è poi tanto da restare stupiti dal fatto che si pensa di più alla facciata di un negozio rispetto al servizio che offre.

Ma, offrendo il beneficio del dubbio a noi ed al nostro cliente, ammettiamo che la facciata è il primo biglietto da visita fisico che possiamo fornire al nostro cliente.

In ottica di sviluppo dell’imprenditoria digitale, comunque, è molto importante fare in modo che possiamo presentare questa facciata ai nostri clienti anche se i clienti non sono davanti al nostro negozio.

Come?

Con foto, ovvio!

Su Google Maps possiamo vedere foto di qualsiasi tipo e caricate da chiunque, chiaramente attinenti all’attività in questione. Tali foto possono riguardare interni, esterni, personale al lavoro, menu e molto altro ancora.

Una funzione interessante riguarda inoltre la possibilità di scattare e caricare foto a 360°, una funzione molto interessante che permette all’utente di camminare letteralmente all’interno della propria attività senza essere presente fisicamente.

Il mio consiglio è di caricare foto aggiornate della tua attività per renderla sempre riconoscibile e di fare affidamento ad esperti per realizzare scatti a 360° per aumentare l’interattività.


Il sito web

Davvero servono spiegazioni in merito a questo argomento?

Vorrei tagliare corto dicendoti che ho già scritto un mega-articolo in merito all’importanza del sito web per le attività locali, ma penso sia importante soffermarsi sull’argomento.

Ad oggi bastano 30-40€ l’anno ed un minimo di dimestichezza per ottenere dominio, hosting e grafica accettabile per un sito web.

Pensi sia un dissanguamento per un’azienda?

Per molti è vero che può sembrare assurdo creare un sito web per la propria attività, come ad esempio per un bar o un’ortofrutta, ma i motivi per farlo ci sono sempre:

  • Creare programmi fedeltà
  • Vendere i propri prodotti online
  • Trasmettere un messaggio o un valore importanti

Pensi comunque che un sito non ti serva?

Nessun problema! Se non vuoi creare un sito “complesso” ti consiglio di sfruttare la funzione apposita che puoi trovare sulla tua scheda MyBusiness.

Google creerà una pagina in cui semplicemente vengono raccolti tutti i dati della tua attività (nome, foto, recensioni, orari, ecc.) e li impagina per ottenere un sito carino ed interattivo.

Tutto questo a costo zero.

Interessante, no? 😉


I Post

L’ultima funzione che ti voglio illustrare in merito al marketing su Google Maps è relativa ai post, ovvero una forma simile agli omonimi strumenti dei Social come Facebook ed Instagram ma più ristretti ad una funzione ausiliaria.

I post non sono altro che degli avvisi che pubblichi sul tuo profilo e che vengono illustrati ai visitatori. Ad esempio:

  • Novità generali in merito all’azienda
  • Nuovi prodotti
  • Eventi
  • Offerte speciali

E molto altro ancora.

I post hanno una validità di qualche giorno, oltre la quale viene archiviato e non più visibile al pubblico.

Il mio consiglio è quello di usare questa funzione, specialmente se si vogliono promuovere nuovi prodotti o comunicare offerte speciali.

In aggiunta, collegandomi al discorso degli orari, è buona cosa comunicare anche eventuali variazioni di orario in via informale, in modo da aggiornare gli utenti che più spesso visitano il tuo profilo.

Di Davide

Patito di trattori e chitarre scrivo sul mio blog da quando mi sono laureato in Economia presso l'Università degli Studi di Verona. Tratto strategie di marketing, accrescimento personale e professionale per raggiungere gli obiettivi.