Categorie
Digital

Le migliori APP per la gestione di un negozio

Come possiamo gestire un’intera rete di vendita tramite APP? Scopriamo insieme le applicazioni più utili per un commerciante!

Se stai cercando le migliori APP per la gestione di un negozio sappi che sei nel posto giusto!

La capacità di digitalizzare il più possibile la propria attività non è sicuramente fondamentale, ma sicuramente è un punto molto importante. Soprattutto dal lato della concorrenza, tenendo sempre conto che Internet è un vero e proprio mercato a sé.

In fase di costituzione di un’azienda occorre fare un sacco di investimenti in macchinari e attrezzature di gestione, costringendo l’imprenditore a spendere un bel po’ di denaro.

Ma grazie all’avvento della tecnologia possiamo risparmiare grazie alle varie APP presenti sugli store, mantenendo comunque funzionalità elevate.

Dalla gestione del bilancio, dei turni del personale, la flotta aziendale, pagine Social e molto altro ancora… Si può fare direttamente con un dito sullo schermo.

Ma tenendo conto che non abbiamo bisogno di millemila APP e che la memoria dello smartphone è limitato, quali sono le cose più importanti da scaricare?

Vediamo insieme quindi le migliori APP per la gestione di un negozio!


Le migliori APP per la gestione di un negozio

Perché dovrei affidarmi ad un’APP per la gestione del mio negozio?

Perché oggi riuscire a concentrare buona parte degli impegni per un commerciante in uno smartphone è segno di innovazione e flessibilità.

Ormai non esiste più il “vado al giornale per pubblicare un annuncio“, “devo chiedere al commercialista“, “accendi il telefono per ricevere prenotazioni“. O meglio esistono, ma ormai non sono più all’avanguardia.

Sono invece perdite di tempo.

Riuscire a concentrare buona parte degli impegni per un commerciante in uno smartphone è segno di innovazione e flessibilità

Avere di fronte un cliente è già stressante di suo, figuriamoci doverlo servire al meglio. Se ti pone una domanda puoi rispondere in due modi:

  1. Devo informarmi
  2. Un attimo che controllo

Nel primo caso perdi tempo – e anche il cliente – mentre nel secondo dimostri interesse e professionalità. Non è quindi solo una questione di essere più fichi ma proprio di essere efficienti.

Il problema, però, non è saper usare un’applicazione.

Piuttosto è capire quale applicazione faccia al caso tuo.

Ormai tramite smartphone potremmo gestire qualsiasi cosa, dalle foto dei prodotti fino al report delle vendite, ma non per forza aver tutto a portata di mano è la cosa migliore.

Quindi dobbiamo scegliere sulla base di:

  • Versatilità;
  • Risparmio di tempo;
  • Efficienza;
  • Utilità.

Ecco i miei consigli!


Google MyBusiness (gestione scheda Google)

Non smetterò mai di dirlo: non possiamo parlare di negozio se non siamo sulla rete di ricerca.

Se parliamo quindi di gestione di negozio via APP, quindi, Google MyBusiness è l’applicazione di cui non puoi fare a meno. Soprattutto dato che ormai la stragrande maggioranza dei clienti cerca la posizione di punti vendita da applicazioni come Google Maps.

Ma perché la gente ti cerca su Google Maps?

Semplicemente perché trova:

Ed è tutto ciò di cui hanno bisogno.

Voglio bere un caffè a Verona? Cerco “Bar Verona” su Google Maps, vedo qual è il più vicino, guardo le recensioni e se sono buone ci vado.

Ecco perché avere sempre sotto mano la gestione via APP della scheda MyBusiness è importante, anche perché solamente tramite APP puoi rispondere ai messaggi dei clienti!

Questa APP, in definitiva, non serve a te quanto piuttosto ai tuoi clienti.

Ma ti assicuro che questo interesse indiretto è in realtà molto importante per te: come puoi pretendere di avere clienti se non permetti loro di trovarti?


WhatsApp Business

WhatsApp, una delle più famose APP di messaggistica istantanea proprietà di Facebook, è utilizzata in tutto il mondo da oltre due miliardi di persone.

Ma a cosa può servirmi WhatsApp per la gestione di un negozio?

Pensa alle caratteristiche di WhatsApp:

  • Messaggistica istantanea;
  • Universalità di utilizzo;
  • Funzioni private e Business.

E molte altre ancora…

Insomma: WhatsApp è, ad oggi, il modo più veloce e “familiare” per interagire con un utente. Si fa tanto riferimento ai BOT Messenger, ma niente è più personale di un messaggio scritto da persone in carne ed ossa.

WhatsApp Business, nel caso particolare, è una soluzione adatta alle aziende che possono, tra le altre cose:

  • Inserire tutti i dati aziendali;
  • Impostare messaggi automatici in base ad orari di lavoro e giornate lavorative;
  • Categorizzare gli utenti con tag personalizzati;
  • Condividere cataloghi e immagini di prodotti.

Se da un lato quindi WhatsApp è per un utente privato una semplice APP di messaggistica, dall’altro lato per un venditore è uno strumento di targetizzazione.

Non a caso, infatti, già molte aziende lo utilizzano per fornire assistenza post-vendita, instaurando con il cliente un rapporto più “intimo” che genera maggiore fiducia.

Ricorda sempre, infatti, che il processo di acquisto non si ferma con il pagamento del prodotto ma piuttosto con il suo ciclo di utilizzo e tutto ciò che ne deriva: richieste di assistenza, recensioni, nuovi acquisti, ecc.

Ecco perché WhatsApp Business è una delle APP, specialmente per un negozio che si basa sulla fiducia, più importanti da avere.


PayPal

Forse sparare direttamente su PayPal è azzardato, ma sicuramente uno dei problemi di un commerciante è gestire i pagamenti elettronici.

Da un lato, infatti, ci sono i costi legati al terminale ed alle commissioni che al giorno d’oggi, soprattutto a causa anche degli importi sempre minori pagati con la carta, sono sempre più pesanti.

Dall’altro, invece, ci sono gli interessi dei clienti che sempre meno spesso portano con sé contanti preferendo di gran lunga metodi più “tecnologici“.

E come biasimarli…

PayPal è uno strumento molto utile perché permette di fare due cose molto importanti:

  • Accettare pagamenti in negozio, anche solo scannerizzando un QR Code;
  • Ricevere pagamenti online.

Quindi PayPal non solamente è uno strumento utile per pagare in loco, ma è anche uno spiraglio per cominciare a vendere online. L’e-commerce, come ben sappiamo, è infatti in sviluppo continuo.

E vuoi veramente tirarti indietro?


Instagram

Sono serio, credimi.

Non dico che i Social sono fondamentali fino al midollo per un’azienda, ma sicuramente essere presenti sulla rete è molto importante per acquisire nuovi clienti.

Instagram, in particolare, è una vetrina digitale in cui puoi mettere in mostra in qualsiasi ora del giorno ciò che tu puoi offrire come commerciante.

Che tu sia un’artista, un calzolaio, un barista o un libraio non fa differenza finché ti rivolgi all’audience che più ti aggrada.

Instagram non è solo un luogo di ritrovo per influencers o narcisisti. Piuttosto dobbiamo guardarlo come un’opportunità di branding e vendita.

Sì, anche vendita.

Su Instagram non ti limiti a caricare foto ma puoi utilizzare strumenti molto interessanti per un’azienda:

  • Targhettizzazione del pubblico preferito;
  • Vendita diretta di prodotti, o in affiliazione;
  • Pubblicazione di guide e riviste digitali;
  • Visibilità grazie ad hashtag e tag.

E lo chiami poco?

Non bisogna quindi vedere Instagram come un passatempo ma piuttosto dobbiamo comprenderne le potenzialità e sfuttarle al meglio.

Come già facciamo con le cose che c’interessano davvero.


Le migliori APP per gestire un negozio. Riassumiamo

Forse pensavi che ti avrei consigliato APP più complesse e risolutive, ma il messaggio che voglio far passare è che tramite il palmo della nostra mano possiamo gestire il nostro negozio anche con strumenti molto comuni.

Già gestire il profilo Google della nostra azienda è importante, partendo dall’impostazione degli orari fino alla pubblicazione del sito web e del numero di telefono.

Per darci maggiore visibilità, invece, possiamo ricorrere ad Instagram ed al suo immenso bacino di utenza.

Per rimanere in contatto con loro possiamo affidarci a WhatsApp, anch’esso con un enorme tasso di fruibilità ed accessibilità al pubblico.

Infine, per non recludersi dietro al registratore di cassa, possiamo usare PayPal per incassare i pagamenti ed estendere il nostro campo anche online.

Tutto ciò, senza spendere un centesimo!

Di Davide

Patito di trattori e chitarre scrivo sul mio blog da quando mi sono laureato in Economia presso l'Università degli Studi di Verona. Tratto strategie di marketing, accrescimento personale e professionale per raggiungere gli obiettivi.